Il punto di partenza

Parigi.

“Dove posso trovare un evento originale dedicato al mondo dei bambini? Parigi.

Quale fiera potrebbe fare al caso mio e segnare il punto di partenza di questa mia avventura? Parigi.

Vorrei una prospettiva diversa attraverso la quale ottenere informazioni e afferrare idee creative da portare a casa, metterle in quella valigia carica di sogni che tengo gelosamente custodita e farle poi conoscere a chi mi sta intorno, dove la trovo? Parigi.”

Ecco, piu’ o meno erano questi i pensieri che mi frullavano in testa circa un anno fa quando iniziava a materializzarsi questo mio piccolo progetto e la risposta a tutti questi farfugliamenti mentali era solo una: Parigi. Playtime.

Pensavo che doveva essere qualcosa di semplice, elegante, in continua evoluzione, soprattutto, e lo e’ stato.

Pensavo che non avrebbe dovuto per forza piacere a tutti (immaginate la noia!) ma che avrebbe dovuto suscitare comunque una reazione (positiva si spera) ed una ventata di freschezza.

Molto chic, altrettanto easy..di sicuro coinvolgente! Un po’ come la citta’ che la ospita. Una fiera dalle dimensioni giuste in cui ho conosciuto un mondo nuovo, fresco e divertente  e dove quasi per magia si sono concretizzate le mie speranze e le mie aspettative e ho finalmente toccato con mano quello che sapevo gia’ di amare da sempre!

Ci sono ritornata sei mesi dopo e la sensazione era ancora la stessa identica e precisa del primo momento..anzi forse e’ stato come ritornare a casa, sentire il profumo dell’allegria e della vivacita’ che si respirava in mezzo a tutte queste persone che con coraggio ed entusiasmo mi coinvolgevano nelle loro idee..che meraviglia!

Mi ricordo di una ragazza spagnola in particolare con la quale parlavo un po’ goffamente e che ad un certo punto mi guarda e mi chiede se sono italiana: “si! Lo parli?” e lei annuendo inizia con un monologo mezzo italiano, in parte spagnolo con qualche battuta in inglese.. ad un certo punto ci guardiamo e ridiamo come pazze e ci inventiamo una lingua abbastanza improbabile ma incredibilmente spassosa.. mi sembrava di conoscerla da sempre.

Ecco, se dovessi descrivere questo appuntamento semestrale lo definirei proprio cosi’: DIVERTENTE, BUFFO.. SPASSOSO!

Linetta un po’ somiglia a questa sensazione, ti ricorda quella dolce nostalgia nell’abbracciare il tuo oggetto del cuore che anche a distanza di anni e’ li’ per te ad ascoltarti e farti sentire a tuo agio sempre, pronta a proteggerti e coccolarti, anche quando le difficolta’ ti fanno perdere un po’ il senso di quello che stai facendo o dove stai andando.

Riprendiamoci un po’ in mano la nostra vita con leggerezza e serenita’ e approfittiamo della vicinanza dei bambini per riscoprire delle sensazioni andate perdute, facciamoci coinvolgere dal loro divertente, buffo e spassoso modo di affrontare la vita!

 

Share

You Might Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *